Argomentare con uomini anarchici

Argomentare con uomini anarchici

S’era fissato che doveva mangiare manzo di Kobe.
Duecento euro a piatto di carne tagliata fine, ma con un flute di champagne omaggio.
Poi siamo rimasti, io, lui e Christian e siamo saliti al bar con la terrazza panoramica. Urca! I tavoli giravano, come quelli del ristorante di New York in cui non sono mai stat,a ma dove avrei voluto cenare per un compleanno.

- Tequila per me! Grazie.

Ci siamo…

View On WordPress

Ofelia

Ofelia http://wp.me/s2zbsA-ofelia

Era una tipa che francamente se ne infischiava.
Ora non lo dice a nessuno com’era, ora ricorda con vergogna e spregiudicato orgoglio quando diede appuntamento alla stessa ora a due ragazzi che le piacevano: li invitò a sedere al bar, li mise uno alla sua destra e uno alla sua sinistra. Quello a sinistra ora fa il carabiniere a Belluno, quello alla destra lei non si ricorda più chi era. I due…

View On WordPress

La storia e il tradimento

http://wp.me/p2zbsA-1Af

Lo stavo a sentire e tra me e me mi dicevo che aveva proprio l’aria di quei soldati giapponesi fantasma che non si arresero, uno di quelli ritrovati a vent’anni dalla fine della guerra nell’isola di Guam magari.
Lui, ciglia lunghe, mani da prete e trent’anni a Tokyo, aveva ordinato dei tagliolini panna e fieno e io, ospite, avevo pensato di seguire la sua scelta, poi rivelatasi pessima. Mi stava…

View On WordPress

Tokyo: colazione con vista

Stamattina ho deciso di fare colazione nel ristorante con vista panoramica. Capelli lisciati, camicia bianca, gonnellina marrone a pieghe, scarpe marroni della stessa sfumatura. Dopo aver preso un paio di dolcetti dal buffet, mi sono seduta al tavolo e bevendo il caffè ho iniziato a guardare chi avevo intorno.
Sì, il panorama era incantevole, con lo skyline di Tokyo e il palazzo reale sotto ad…

View On WordPress

Sport violenti

Tutto è iniziato tre sere fa quando, dopo aver dato di matto con l’uomo paziente che mi manda scherzosi messaggi ogni tanto, nonché proprietario di un bel barchino a vela da 21 metri, mi è giunto un diverso bip su whatsapp.
La rubrica del cellulare mi si è cancellata due volte in due settimane, ma io, veloce come una gazzella e furba come una faina, ho visto il nome del mittente prima che…

View On WordPress

Clear

Clear http://wp.me/s2zbsA-clear

Guardo un bel film e scompaio da qui e sono lì dentro.

Prove del l’immortalità dell’anima. Trasformeremo l’impero in una repubblica spirituale. Perché mai dovrei preoccuparmi di un mago?

Ho conosciuto un mago, è un mio amico. E’ argentino e si chiama Sebastian. E’ un ragazzotto piccolino, con gli occhi azzurri, che gira le mani e le carte e gli angoli della bocca trasformandoli in sorrisi, i miei…

View On WordPress

So far, so good

So far, so good

Mentre ancora fa eco nelle mia testa il commento dell’infermiere alto, magro e vecchio sui generali a due o tre botte ed i tempi andati in cui essi godevano di quindici giorni di cure termali in compagnia delle loro amichette per poi tornale uomini tutti d’un pezzo e tutto l’anno dalla loro famiglia, mentre giro nella testa l’informazione avuta ieri sera che probabilmente l’anno prossimo andrò a…

View On WordPress

Piselli e patate

Vorrei parlare di  ortaggi. Ma parlare di ortaggi, si sa, è difficile e delicato. La gente reagisce sempre in maniera strana quando parli di ortaggi. Abbiamo rapporti conflittuali, a volte, con loro.

La questione è piuttosto semplice: non capisco. E quando non capisco, io, non mi do pace.

Mi capita di sentir raccontare da qualche amica in carne e ossa e da qualche amica di quelle virtuali, che…

View On WordPress